Olio essenziale di pino cembro: freschezza e purezza

Resiste bene ai venti, e la neve, che alle alte quote e in grandi quantità scende su di lui, non riesce a spezzargli le braccia come a molti suoi fratelli. Sotto il peso delle forti nevicate, il cirmolo piega i rami fino a terra e, in quel movimento arrendevole, scarica la neve per poi farli rialzare alla posizione originale.

Mauro Corona – le voci del Bosco

Il pino cembro, meglio conosciuto come cirmolo, è un albero molto solido, resistente e tenace; basti pensare che cresce spontaneamente sulle Alpi, ad un’altezza compresa tra i 1800 e i 2400 mt. e sembra proprio che sia in grado di mantenere in sé quell’aria pulita e fresca e ridonarla al mondo, sotto forma di olio essenziale.

Scopriamo, allora, insieme il meraviglioso olio essenziale che si ottiene da questa pianta e gli utilizzi che possiamo farne per una ventata di purezza nelle nostre vite.

Il pino cembro, tra storia e leggenda

Molte saghe e leggende alpine raccontano del generoso spirito del pino cembro, che protegge il viandante dalle cadute e rinfranca chi è provato dalla fatica. Le sue cime venivano infatti utilizzate per massaggi ristoratori ai muscoli affaticati dal lavoro. Il tronco del pino  cembro, sovrastato da aghi compatti, ricorda, specialmente al tramonto, il Barbalbero e altri “giganti della foresta” descritti da Tolkien nel suo capolavoro “Il signore degli anelli”; da lontano sembra assumere un’aura blu verde. I guaritori del passato riconoscevano in questa corona blu la forza risanante della pianta.

Un’altra leggenda racconta che in Val d'Ultimo ci fosse un pastore di nome Hans, che pascolava le mucche dei contadini del paese. La cosa che amava di più al mondo erano le donne e così un giorno accadde che, mentre stava andando in Val Martello con la sua mandria, si fermò lungo la strada per far visita a delle donne. Decise di lasciare le mucche sul sentiero, ma, prima di andare a divertirsi, prese il suo bastone e disegnò un cerchio intorno alle bestie. Poi se ne andò e tornò a riprenderle solo alcune ore dopo. I contadini proprietari delle mucche, però, se ne accorsero e lo licenziarono. Il pastore si arrabbiò a tal punto, che li minacciò di inviare loro contro uno spirito. Dopo la morte del pastore, la maledizione si avverò. Notte dopo notte, lo spirito si recava dalle mandrie e le spaventava. Nel tormento i contadini chiamarono il parroco, che salì al pascolo e preparò un gran falò, avendo cura di ardere solo legno di cirmolo, noto per le sue proprietà purificatrici. Qui riuscì a bruciare lo spirito e a riportare la calma alle mandrie e ai contadini. Di quell'albero esorcista, ci si ricorda ancora come "il cirmolo sgradevole”, anche perchè di lui non si può gustare nulla. Nessun animale mangia le sue bacche, perché sono amare e non commestibili. E nel luogo dove Hans aveva disegnato il cerchio, nessun animale si ferma a riposare…

Sin dall’antichità gli abitanti delle Alpi impiegano il pino cembro per preparare abluzioni benefiche e profumate. Ha infatti proprietà calmanti e rilassanti, tant’è che viene conosciuto anche come l’albero del sonno.

Olio essenziale di Pino cembro, conosciamolo meglio

  • Nome botanico: Pinus cembra
  • Parte di pianta utilizzata: Cime
  • Chemotipo: α-pinene, β-fellandrene
  • Nota aromatica: Cuore
  • Profumo: Fresco, resinoso, leggermente aspro
  • Metodo di estrazione: Distillazione per corrente di vapore
  • Resa: Per ottenere 5 ml di questo olio essenziale occorrono circa 500 g di cime
  • Segno zodiacale: Capricorno
  • Elemento: Fuoco/Terra
  • Pianeta: Saturno

Un’aria nuova, grazie all'aroma dell'olio essenziale di pino cembro

Chiudete gli occhi e provate ad immaginare di entrare in una baita alpina; lo sentite questo odore?! È l’odore del cirmolo! Il legno di questa pianta viene utilizzato per la realizzazione di baite, in cui regna un’atmosfera molto piacevole, dal profumo vellutato e resinoso. È molto apprezzato perché rappresenta la voglia di vivere, la resistenza e la forza salda: il suo odore ricorda proprio la sua caratteristica di aggrapparsi alla vita. Per questo motivo è consigliabile per tutte quelle persone che mancano di coraggio, forza d’animo e combattività, aiutandole a trovare una nuova spinta ed energia per affrontare la vita.

Miscela di oli essenziali “Risveglia lo spirito

  • 5 gocce di olio essenziale di pino cembro
  • 3 gocce di olio essenziale di limone (Citrus limon)
  • 1 goccia di olio essenziale di angelica (Angelica archangelica)

Mettere 4/5 gocce della miscela così ottenuta in una lampada per aromi e beneficiare dell’effetto aromaterapico degli oli essenziali contenuti.

L’olio essenziale di limone è l’olio del benessere: aiuta a risvegliare le energie vitali e toglie la pesantezza sia fisica che psichica.

L’olio essenziale di angelica è di aiuto per chi ha paura e si sente perso, indeciso sulla strada da prendere e non riesce a trovare la propria stabilità. È come se dicesse: “Non arrenderti, nulla è perduto. Non avere paura: sei forte e nulla può abbatterti”.

Olio essenziale di pino cembro, uso cosmetico

Proprio come dicono le leggende, l’olio essenziale di pino cembro è un ottimo coadiuvante in caso di gambe stanche e affaticate. Vediamo insieme come creare un olio da massaggio per riattivare la circolazione e favorire il benessere dei muscoli.

  • 100 ml olio vegetale di arnica
  • 20 gocce di olio essenziale di pino cembro
  • 10 gocce di olio essenziale di lemongrass (Cymbopogon citratus)

L’olio essenziale di lemongrass è tonificante su muscoli e tessuti e aiuta a ridurre le sensazioni di pesantezza a livello lombare. Inoltre, migliora la circolazione sanguigna e quella linfatica.

Massaggiare l’olio così ottenuto sulle gambe, con movimenti dal basso verso l’altro per favorire il defluire dei liquidi dalla periferia, migliorando la circolazione e riducendo gli edemi a livello delle caviglie.

Bibliografia:

  • Profumi celestiali – Susanne Fischer-Rizzi – tecniche nuove
  • https://www.altoadige-suedtirol.it/index.php
  • Profumi di benessere – Laura Savo – Daigo press
  • Aromaterapia olistica – Renato Tittarelli – Quantic Publishing

Seguici su

Cara Lettrice  e Caro Lettore,

sono Lady FLORA, la fanciulla che versa i profumi, dea della cosmesi naturale, che con passione, cura e concentrazione miscelo tra loro i preziosi oli essenziali. Sono la redattrice degli articoli di questo blog, che scrivo con amore e dedizione con lo scopo di diffondere la cultura dell'Aromaterapia e dell'uso di prodotti naturali per la cura e il benessere della persona, fisico, emotivo e mentale. Ti ringrazio per l'attenzione che dedichi alle mie pagine, se vuoi puoi scrivermi a ladyflora@flora.bio, sarò felice di risponderti. 

Comments (0)

Product added to wishlist
Product added to compare.